Lavoro nero, la denuncia di Magatti  «Giovani stranieri sfruttati a Como»
Servono più controlli

Lavoro nero, la denuncia di Magatti

«Giovani stranieri sfruttati a Como»

Il sociologo: «Inaccettabile, la città non può progredire se non rispetta la regole» - Ciceri (Confcommercio): «No alla difesa di chi sbaglia» - Colombo (Cgil): «Battaglia comune»

Como

Giovani stranieri sfruttati dagli esercenti comaschi, in particolare dai ristoratori. La denuncia arriva da Mauro Magatti , sociologo ed economista, docente alla Cattolica di Milano.

«Nonostante le difficoltà legate al Covid - dice Magatti - nelle ultime settimane i turisti sono tornati nella nostra città. Ne siamo stati tutti contenti. Mi rattrista, invece, sapere che alcuni degli operatori del settore non rispettano le regole della civile convivenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA