L’ex sindaco di Lomazzo:   «Io sono innocente»
Valeria Benzoni si difende: «In appello sarò assolta»

L’ex sindaco di Lomazzo:

«Io sono innocente»

Valeria Benzoni: «Quando ho sentito la parola “condanna”, mi si è fermato il cuore. Ma in appello verrò assolta»

«Quando in tribunale ho sentito la parola “condanna” mi si è come fermato il cuore, ho visto tutto buio e sono scoppiata a piangere. A ripensarci, mi sono sentita come Will Coyote quando nei cartoni animati precipita in un burrone; non vorrei che qualcuno potesse pensare che pecco di presunzione, ma sia io che l’ingegner Ceruti siamo del tutto innocenti e estranei ai fatti di cui ci si accusa».

Cerca di sdrammatizzare, ma ribadisce con forza la propria innocenza l’ex sindaco Valeria Benzoni (che attualmente siede sui banchi dell’opposizione). L’ex primo cittadino, assieme al tecnico comunale, l’ingegnere Guido Ceruti , dopo aver in precedenza ottenuto una parziale archiviazione, sono stati condannati per concussione a 4 anni e mezzo di pena e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici dal giudice Massimo Mercaldo .

Concussione

L’accusa in sostanza mossa all’ex primo cittadino e all’ex responsabile dell’ufficio tecnico è quella di aver fatto pressioni per ridurre in maniera significativa la volumetria destinata ad area commerciale, aumentando la parte residenziale, allo scopo di ottenere spazi utili all’insediamento della onlus società cooperativa Sole, che si occupa del supporto e della riabilitazione di bambini affetti da encefalopatie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA