Lombardia,Veneto, Emilia e Piemonte  Ecco la mappa del contagio al Nord
Casalpusterlengo

Lombardia,Veneto, Emilia e Piemonte

Ecco la mappa del contagio al Nord

L’epicentro della diffusione del coronavirus viene considerato Codogno, nel Lodigiano. «Tutte le situazioni di positività hanno avuto contatti con il Pronto soccorso e l’ospedale di Codogno nei giorni del 18 e 19 febbraio», spiega l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera

Sono due i principali centri dell’emergenza coronavirus che, con due morti e finora 59 contagiati, tiene il Nord Italia in apprensione. La maggior parte dei casi, 47, sono in Lombardia, quasi tutti concentrati nel Basso lodigiano. A Casalpusterlengo è morta una donna, Giovanna Carminati, e ci sarebbero – il condizionale è dovuto al fatto che i test non sarebbero ancora definitivi – i primi due Covid-19 nel Milanese: un uomo di 78 anni di Sesto San Giovanni ricoverato al «San Raffaele» e un abitante di Mediglia, a sud del capoluogo. In Veneto invece solo un caso, l’uomo di 67 anni di Mira (Venezia), è al di fuori del comune di Vo’ Euganeo (Padova), paese sul versante ovest dei Colli Euganei dove sono concentrati gli altri undici casi. Compreso quello di Adriano Trevisan, 78 anni, prima vittima dell’epidemia. Una mappa per ora circoscritta, che presenta anche un caso in Piemonte, a Torino, anch’esso proveniente dal focolaio lombardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA