«Noi medici, militari senza pallottole In guerra senza nessuna protezione»
Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici di Como

«Noi medici, militari senza pallottole
In guerra senza nessuna protezione»

Coronavirus, l’amaro sfogo di Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici e della Federazione regionale degli Ordini dei medici lombardi: «Ho visto medici e personale sanitario mettere il massimo della dedizione. Vedo che ora tutti li ringraziano. Ma io sono arrabbiato»

«Hanno mandato i medici a fare la guerra, perché questa è una guerra, ma li hanno mandati senza protezioni. Militari al fronte senza le pallottole, contro un nemico fortissimo e invisibile».

Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici di Como e della Federazione regionale, ha la voce stanca eppure ferma. Ha vissuto queste settimane in ospedale, ma come paziente, complice un problema di salute serio - non legato al coronavirus - che si sta fortunatamente risolvendo. «Prima al Valduce - racconta - e ora al Cof di Lanzo, ho visto medici e personale sanitario mettere il massimo della dedizione e dell’impegno, senza risparmiarsi, ogni giorno. Vedo che ora tutti li ringraziano. Ma io sono arrabbiato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA