«Occupatevi di anime, non di Covid»  Polemica sul social della parrocchia
La parrocchia di Rebbio

«Occupatevi di anime, non di Covid»

Polemica sul social della parrocchia

Commenti inferociti a un post su Facebook che ricordava le regole anti-contagio - Don Giusto: «Bene il confronto, ma leale. La Chiesa si è sempre presa cura della salute dei fedeli»

«La strategia del terrore. Corrotti». È bastato un post sulla pagina Facebook della parrocchia di Rebbio, in cui si invitava alla prudenza per evitare il rischio contagio da Covid-19, a innescare commenti anche offensivi da parte di alcuni utenti del noto social network. I parrocchiani si sono subito divisi. C’è chi ha apprezzato le parole pubblicate, sostenendo che la Chiesa ha il compito di preoccuparsi sia della salute dell’anima dei fedeli, che di quella del corpo. E chi invece ha criticato pubblicamente la scelta di richiamare all’utilizzo delle mascherine e al divieto di assembramenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA