Olgiate, nuovo sgombero dei Rom  Via i nomadi per la nona volta
I detriti a ridosso del bosco sono stati rimossi con la ruspa

Olgiate, nuovo sgombero dei Rom

Via i nomadi per la nona volta

La coppia, nota alla polizia locale, se n’era già andata da Casletto quando sono arrivati gli agenti. Smantellate le due baracche che avevano costruito: «Mendicano ma non commettono reati»

Ennesimo sgombero di un campo Rom, il nono. Nei giorni scorsi la polizia locale, con il supporto di addetti comunali, ha eseguito lo smantellamento di un accampamento in una zona boschiva a Casletto.

Da qualche mese era diventato l’alloggio di fortuna di una coppia rom, già conosciuta alla polizia locale, dedita all’accattonaggio.

Lei 52 anni, lui 47, utilizzavano le due baracche come “casa”. All’interno delle due capanne erano stati allestiti altrettanti giacigli; sono stati rinvenuti indumenti, coperte, pentole, un tavolino, sedie, resti di cibo e persino una stufa economica, oltre a sporcizia diffusa e immondizia.Resti di un soggiorno prolungatosi per qualche mese, terminato con il sopraggiungere delle festività, quando i mendicanti tornano nel loro paese d’origine e vi si trattengono nella stagione più fredda, per poi di solito tornare intorno a marzo.

Il sopralluogo

All’arrivo della polizia locale, con tanto di ordinanza per procedere con lo sgombero dell’accampamento per ragioni di igiene e sanità, sul posto non c’erano già più gli occupanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA