Quell’infermiera esausta «Dopo lo scatto ho pianto»

Quell’infermiera esausta
«Dopo lo scatto ho pianto»

La foto simbolo al termine di un turno di lavoro in pronto soccorso al Sant’Anna

Una sera ho rubato un attimo. Un singolo momento di respiro e di fiato. Anche le mani erano esauste». Lo scrive su facebook nel cuore della notte, Doriana. Che tutti, in ospedale, conoscono come “Pippy”. Lo scrive dopo una giornata in reparto a curare soprattutto pazienti positivi al coronavirus, perché quando la pressione si fa insostenibile, c’è bisogno di raccontare, di documentare e di condividere.

A chi le chiede: “Sei tu?”. Lei risponde: «Una mia collega esausta ed io ho rubato l’attimo».

Paolo Moretti Giornalista

© RIPRODUZIONE RISERVATA