Scala: il vestito della prima  con il verde comasco
Curati da Ratti anche gli addobbi della sfilata di Dolce e Gabbana

Scala: il vestito della prima

con il verde comasco

Palco reale trasformato. dal designer floreale Federico Ratti

Foglie dorate rampicanti nel foyer

È toccato nuovamente a Federico Ratti l’onore di vestire la Scala per la “prima” della lirica. Un grande motivo di orgoglio, ma anche una grande sfida perché quest’anno il flower designer comasco ha dovuto confrontarsi con l’allestimento colossal di Tosca. E il giorno prima, con la creatività di Dolce e Gabbana che hanno presentato l’alta moda nel massimo tempio della musica italiana.

«Un défilé cinematografico, dedicato alle eroine di Verdi, Puccini,Visconti e Zeffirelli, con decine e decine di modelle, modelli, attori, attrici, figuranti e comparse - spiega Federico Ratti - Per la prima volta il palco reale è diventato passerella e noi l’abbiamo ricoperto in stile “romantico barocco” di rose rosse, amarillys, ranuncoli, garofani: un vero e proprio coup-de-theatre. Alla fine della sfilata, il sipario si è alzato rivelando un’altra sorpresa: sullo sfondo di Tosca, un’anticipazione assoluta, la scena si è alzata rivelando i tavoli decorati sempre con composizioni rosse, uva e melograni dove gli ospiti hanno consumato la cena».

Offerti da Dolce e Gabbana e sempre di Ratti i fiori a profusione e il fogliame dorato che 24 ore dopo hanno abbellito i palchi e i foyer della Scala per la mise en scene dell’opera pucciniana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA