Tutti fermi in coda  «Ma i frontalieri  meritano rispetto»
Un’immagine che ci è stata mandata da un lettore, bloccato per un’ora in galleria

Tutti fermi in coda

«Ma i frontalieri

meritano rispetto»

Anche due ore di tempo da Porlezza alla dogana

La protesta di chi attraversa il confine per lavoro

mentre la Svizzera sembra sorda alla voce dei sindaci

Ormai, con il turismo ancora fermo sulla sponda occidentale del nostro lago (dunque niente bus turistici) e soprattutto con il valico di Arogno (sotto i tornanti della Valmara) sbarrato ai frontalieri dall’11 marzo, il nuovo epicentro del caos viabilistico è qui, nei 10,4 chilometri che separano Porlezza dal valico ticinese di Gandria, passando per la dogana italiana di Oria Valsolda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA