Turismo, a Como -85%  «La ripresa è lenta,   le prospettive incerte»
Lungolago affollato di turisti “mordi e fuggi”, molto limitati gli arrivi dall’estero

Turismo, a Como -85%

«La ripresa è lenta,

le prospettive incerte»

A giugno aperto il 30% delle strutture con i flussi internazionali paralizzati (-93% gli stranieri). Cassani: «Autunno? Al momento poche prenotazioni»

Il turismo comasco sta mettendo in campo ogni sforzo per far fronte al calo drammatico delle presenze. Ma vuole azioni importanti e immediate: «Per salvare i posti di lavoro, chiediamo di prorogare la cassa integrazione sino a fine anno e ridurre il cuneo fiscale per le aziende che richiamano in servizio il personale. Indispensabile poi completare le misure sull’Imu e sugli affitti, da estendere nella durata ed applicare a tutte le imprese alberghiere». Lo domanda a gran voce Roberto Cassani, presidente degli albergatori di Confcommercio Como.

© RIPRODUZIONE RISERVATA