Non ci serve un’altra  memoria che divide

Non ci serve un’altra

memoria che divide

Visto che di 25 Aprile non ne bastava uno solo, ecco bello e pronto il secondo. E’ di queste ore la proposta bipartisan di istituire una giornata della memoria dedicata a tutte le vittime del coronavirus. La data è già stata individuata nel 18 marzo, cioè il giorno in cui una lunghissima, sterminata e agghiacciante fila di camion militari portò fuori da Bergamo decine di bare. Un’immagine simbolica che, assieme a quella del Papa solo sul sagrato della basilica di San Pietro, è destinata a diventare l’icona di questa tragedia tutta italiana e tutta lombarda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA