Scherza con i santi,  lascia stare Peppone

Scherza con i santi,

lascia stare Peppone

Scherza con i santi ma lascia stare Peppone. Si sa che Matteo Salvini ama le invasioni nel campo religioso. Durante il suo tour elettorale in Emilia Romagna, però, nella tappa di Brescello, paese di grande notorietà perché lì è ambientata la saga di Don Camillo e appunto Peppone uscita dalla formidabile penna di Guareschi, il leader leghista ha pensato bene di appropriarsi anche del celebre personaggio reso immortale dall’interpretazione di Gino Cervi: il sindaco nemico ma non troppo del parroco. Salvini si è fatto fotografare abbracciato alla statua che raffigura Giuseppe Bottazzi e ha detto che oggi sarebbe stato anche lui dalla parte della Lega.

© RIPRODUZIONE RISERVATA