Il gatto muore nell’operazione, lui si vendica bruciando un’auto

Cantù Lunga serie di condanne in abbreviato per un giovane di Inverigo, accusato di incendio, ricettazione di una moto rubata e cessione di droga

Il gatto muore nell’operazione, lui si vendica bruciando un’auto
Condanna pesantissima, ieri, al Tribunale di Como

«Ho deciso di incendiare l’auto» della vicepresidente dell’associazione «a cui ho fatto sterilizzare il gatto, perché erano 15 giorni che mia sorella piangeva» per la morte del felino. E così «ho riempito una bottiglietta di benzina, lo ha dato fuoco on l’accendino e l’ho messa vicino all’auto».

La confessione di quell’incredibile vendetta, non è servita ad Andrea Cereser, 21 anni di Inverigo, a evitare una condanna pesantissima davanti al giudice delle udienze preliminari di Como. Condanna complessiva a oltre 5 anni di reclusione, non solo per l’incendio doloso della vettura, ma anche per altri due episodi per i quali è stato ritenuto colpevole: la ricettazione di un motorino rubato e la cessione di un modico quantitativo di droga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA