Dopo essere stata bandita da Rapinese, La città dei Balocchi migra verso Cernobbio

Il caso Il presidente di Amici di Como polemico con il sindaco: «Gli auguro ogni bene». Allo studio un’edizione aperta al resto del lago. Gli albergatori: «Perdiamo un riferimento»

Dopo essere stata bandita da Rapinese, La città dei Balocchi migra verso Cernobbio
L’accensione dell’albero, lo scorso 11 dicembre: la prossima volta sarà in riva a Cernobbio?
(Foto di butti)

La Città dei Balocchi è pronta a fare le valigie per trasferirsi a Cernobbio.

Sandro Tessuto, il presidente di Amici di Como, il gruppo di imprenditori che da anni è alle spalle della manifestazione natalizia, preferisce non commentare a caldo la scelta appena fatta dalla giunta comunale. Stamattina però ha un appuntamento con il sindaco di Cernobbio Matteo Monti per organizzare nel vicino Comune una rinnovata Città dei Balocchi, aperta anche al resto del lago.

La nuova amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Rapinese infatti ha deciso di cancellare la kermesse andata in scena per 28 anni in città e organizzare “Natale a Como”, attraverso lo spacchettamento del bando per organizzare l’evento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA