«Conosco la Barbagia meglio di chi critica. Si parli dei clandestini»

Intervista Alessandro Rapinese,sindaco di Como finito al centro di una polemica nazionale per le sue parole su immigrazione e Sardegna

«Conosco la Barbagia meglio di chi critica. Si parli dei clandestini»
Alessandro Rapinese

È finito al centro di una polemica nazionale perché ha invitato, dopo lo stupro vicino al tribunale, a portare i clandestini in attesa di rimpatrio in Barbagia. Oggi, 12 agosto, alle 12.15 sarà a La7 per parlare di immigrazione. Il sindaco Alessandro Rapinese racconta il suo rapporto con la terra sarda, ma sui clandestini non fa sconti.

Lei si è già scusato, ma come le è venuto in mente di citare la Barbagia?

Ho degli amici sardi, di Desulo, che mi hanno portato più volte sul Gennargentu e, per chilometri e chilometri in Barbagia, mi ricordo di non aver visto anima viva. Nel far riferimento a un luogo poco abitato che ho visitato ho pensato a quella zona. Aggiungo che, mentre in Barbagia ci sono stato diverse volte, nelle valli bergamasche, ad esempio, mai. Per questo non ho citato loro.

Quindi sta dicendo che conosce la Barbagia meglio lei di chi la critica e, magari, non ci ha mai messo piede?

Senza dubbio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA