Pochi letti in ospedale: «La soluzione? Le case di comunità»

Salute L’assessorato regionale replica alle riflessioni del primario del pronto soccorso sul sovraffollamento: «La strada è quella dei nuovi ospedali di famiglia»

Pochi letti in ospedale: «La soluzione? Le case di comunità»
Pazienti in attesa di cure al pronto soccorso in un’immagine di archivio

Secondo l’assessorato regionale alla Sanità, la soluzione per sopperire alla mancanza di posti letto nelle strutture sanitarie del territorio - causa prima, secondo il primario del pronto soccorso Roberto Pusinelli, di sovraffollamento e tempi biblici d’attesa - sarebbero le case di comunità e gli ospedali di famiglia. Di cosa si tratta?

Negli ultimi mesi se n’è parlato parecchio, e a Como se n’è parlato con particolare riguardo alla parziale riconversione del vecchio ospedale di via Napoleona, nel quale, appunto, già a marzo era stata inaugurata una prima “casa di comunità”.

- Leggi anche l’intervista: «A Como pochi letti : ecco perché si intasa il pronto soccorso»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True