Sanitari non vaccinati: sospesi in 150
Medici e infermieri, ma anche tecnici

I dati definitivi degli Ordini professionali, nell’elenco anche gli psicologi - Soltanto uno tra i dottori di base. E numeri molto bassi all’interno dei principali ospedali

Sanitari non vaccinati: sospesi in 150 Medici e infermieri, ma anche tecnici

Sono 45 i medici comaschi sospesi perché non vaccinati, 13 i farmacisti, 53 gli infermieri, una ventina gli psicologi e una ventina i tecnici sanitari.

Varato lo scorso primo aprile, l’obbligo vaccinale per i sanitari ha impiegato mesi prima di diventare efficace. I controlli lenti e macchinosi si sono fatti attendere e nell’ultima fase sono passati in capo direttamente agli ordini professionali.

A dicembre, con la scadenza imminente della terza dose per i sanitari, sempre obbligatoria, sono arrivate centinaia di segnalazioni agli ordini con la richiesta di fare accertamenti su posizioni da sanare, per la precisione 360 verifiche per i medici e più di un centinaio per i farmacisti. Oggi le operazioni di controllo sono terminate e la campagna vaccinale tra gli operatori della sanità può dirsi conclusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}