La sorpresa della figlia Silvia all’annuncio della cattura di Riella: «Almeno adesso so dove si trova»

Gravedona ed Uniti Da qualche tempo i contatti con il padre si erano fatti sporadici: «Forse non si fidava più dopo i fatti di maggio»

La sorpresa della figlia Silvia all’annuncio della cattura di Riella: «Almeno adesso so dove si trova»
Silvia Riella, a sinistra, intervistata da una giornalista della televisione

Massimo Riella ha concluso all’estero la sua incredibile latitanza. Negli ultimi giorni, a dire il vero, in territorio altolariano circolava voce che il “Petit” potesse essere in Serbia o da quelle parti, ma dopo quattro mesi di latitanza una sua fuga all’estero pareva una leggenda. Anche perché, come riferisca la figlia, Silvia, anche i parenti non ne sapevano nulla. «Abbiamo appreso la notizia del suo arresto in Montenegro e siamo i primi ad essere rimasti sorpresi. Dopo l’episodio del ferimento nel bosco si era fatto sentire molto meno e da tempo non avevamo sue notizie. Ma eravamo convinti che si trovasse ancora sulla nostre montagna, magari spostato in qualche altra vallata».

Probabilmente il fuggiasco di Brenzio se n’era andato di recente o le poche informazioni in possesso di Silvia e di nonno Domenico non corrispondevano più al vero. Da quando, nel maggio scorso, Riella aveva accettato di incontrare un agente di polizia penitenziaria che aveva seguito suo padre, la sua latitanza aveva preso una piega diversa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA