Oggi sciopero dei benzinai, ma il secondo dei due giorni di serrata potrebbe saltare

Il caso I sindacati si dividono: nuovo vertice a Roma per ridurre a 24 ore. Ieri code e in qualche caso verde esaurita. Serrata scattata alle 19: aperti solo i distributori “precettati”, pompe bianche e centri commerciali. E c’è la Svizzera

Oggi sciopero dei benzinai, ma il secondo dei due giorni di serrata potrebbe saltare
Daniela Maroni

È scattata ieri sera alle 19 la serrata dei distributori di carburante per il primo (e forse unico) dei due giorni programmati di sciopero. Ieri a Roma è stato convocato un incontro in extremis dal Governo, ma i sindacati dei gestori si sono divisi (Faib Confesercenti ha deciso di ridurre da 48 a 24 ore la protesta, mentre Figisc e Fegica rimandano ogni decisione a questa mattina, quando è in programma un nuovo vertice) e quindi solo nella tarda mattinata di oggi si saprà se i carburanti torneranno disponibili dalle 19 di stasera, quindi in anticipo di 24 ore.

Ieri sera Daniela Maroni , presidente provinciale Figisc Confcommercio e vice presidente nazionale ha chiarito però che «serve concretezza perché erano già state date parole, quando avevamo sospeso lo sciopero, e poi il giorno dopo era stato pubblicato il decreto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA