Pablo Neruda a Ceylon ignoto e felice

Pablo Neruda a Ceylon ignoto e felice
Ambrogio Borsani ai piedi di una statua di Budda ad Aluthgama

«Saludo a Ceylán, perla de verdor, flor de las islas, torre de belleza!... mis ideas y mi poesía mucho le deben a esta isla. He conocido y amado a su generoso pueblo...» (Pablo Neruda, discorso alla Conferencia de Paz del 1957 a Colombo)

Quando arrivò a Colombo Pablo Neruda aveva 24 anni e due libri di poesie pubblicati a Santiago, “Crepusculario” e “Veinte poemas de amor y una canción desesperada”. Si era fatto notare nell’ambiente letterario e aveva ottenuto un incarico diplomatico come console onorario del Cile. Era il 1928, a Colombo Neruda stava nel quartiere Wellawatte, sulla 42 Line, al numero 56. Qui scrisse uno dei suoi libri più importanti, “Residencia en la tierra”, che avrebbe pubblicato nel 1935 a Madrid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}