Anziani, attenti ai farmaci: «Meno efficaci per il caldo»

Intervista I consigli del dottor Francesco De Filippi, presidente lombardo della Società di geriatria ospedale e territorio (Sigot). «D’estate vanno conservati al fresco, alcuni sotto i 24°. Chi assume diuretici, controlli la pressione e si idrati bene»

Anziani, attenti ai farmaci: «Meno efficaci per il caldo»
Il dottor Francesco De Filippi, geriatra, presidente lombardo Sigot

«Durante l’estate, con il caldo, gli anziani devono stare attenti anche a dove conservano i medicinali. Negli scorsi giorni con il clima torrido e le temperature da record sono piovuti consigli e suggerimenti da parte dei medici su come è bene comportarsi per evitare brutte sorprese sotto al sole. Occorre però fare attenzione anche a tante altre piccole precauzioni quasi sempre trascurate e che invece sono molto importanti per la nostra salute.

Dottor Francesco De Filippi, presidente lombardo della Società italiana della geriatria ospedale e territorio (Sigot), può farci per favore qualche esempio concreto?

A mio parere è interessante concentrarsi sulle terapie farmacologiche. Nella terza età la grande maggioranza dei cittadini assume uno o più farmaci per mantenere sotto controllo malattie croniche. Una delle piccolezze, invece importantissime, a cui quasi nessuno presta attenzione è dove vengono conservati questi medicinali durante l’estate, durante queste settimane di caldo intenso. Molti farmaci, basta leggere sulla scatola e sul foglietto illustrativo, devono stare sempre sotto ai 24 gradi. Una temperatura che pochi possono permettersi di mantenere in casa senza un condizionatore che funziona a pieno regime. Quindi se non nel frigorifero questi medicinali devono essere riposti in un ambiente fresco e asciutto. Esistono anche dei piccoli porta farmaci refrigerati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True