Contro il tumore alle ovaie nuove armi dalla ricerca

Intervista Il nemico resta temibile ma negli ultimi cinque anni si sono fatti passi avanti grazie agli studi in campo genetico. Il ginecologo Paolo Beretta: «Abbiamo a disposizione molti farmaci efficaci con terapie a bersaglio molecolare»

Contro il tumore alle ovaie nuove armi dalla ricerca
Paolo Beretta, primario dell’Ostetricia e della Ginecologia dell’Asst Lariana

Il tumore delle ovaie è un killer silenzioso, ma oggi possiamo combatterlo con la genetica. La cura di questa neoplasia passa in gran parte dalla diagnosi precoce. Purtroppo però non esistono screening e controlli preventivi. Anche quando ormai la malattia si è sviluppata essa comporta sintomi aspecifici, che molte donne sottovalutano.

Grazie agli sforzi nella ricerca in compenso ora disponiamo di nuovi accertamenti genetico molecolari che orientano meglio i medici verso terapie valide di ultima generazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True