Giovedì 01 Luglio 2010

Diamanti "insanguinati"
Naomi dovrà testimoniare

Qualsiasi domanda sul tema la manda su tutte le furie. Ma stavolta la Venere nera non potrà sfuggire al suo destino: infatti la modella Naomi Campbell sarà citata a comparire nel processo in corso all'Aia contro l'ex Presidente liberiano Charles Taylor, accusato di crimini di guerra e contro l'umanità.
I giudici del Tribunale speciale per la Sierra Leone hanno chiesto all'accusa di preparare la citazione a comparire e di trasmetterla "alle autorità competenti dello Stato di residenza della signora Campbell".
Il 20 maggio scorso, l'accusa ha chiesto di chiamare a comparire Naomi Campbell per rispondere di un diamante che Charles Taylor le avrebbe offerto nel 1997, al termine di una cena organizzata dal presidente sudafricano Nelson Mandela. Secondo l'accusa, nel settembre 1997 Taylor si recò in Sudafrica per "vendere o dare in cambio di armi dei diamanti" ricevuti dai ribelli della Sierra Leone.
Taylor è sotto processo dal gennaio 2008 per il ruolo avuto nella guerra civile combattuta in Sierra Leone dal 1991 al 2001, che causò 120.000 morti e migliaia di mutilati. Secondo l'accusa, l'ex Presidente diresse la guerra dal suo Palazzo presidenziale di Monrovia, armando i ribelli del Fronte rivoluzionario unito (Ruf) per ottenere in cambio il controllo delle risorse della Sierra Leone, in particolare diamanti e legno pregiato.
Il processo è stato spostato da Freetown all'Aia per motivi di sicurezza. L'ex Presidente si è dichiarato non colpevole degli 11 capi di imputazione che gli sono stati contestati, tra cui omicidi, stupri, torture e arruolamento di bambini soldato.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags