Martedì 06 Luglio 2010

Troppi smartphone e chiavette
Collasso vicino per la Rete

Aiuto, la rete mobile potrebbe scoppiare e chi è abituato a navigare in rete  con gli smartphone o le chiavette Usb potrebbe ritrovarsi bloccato.
L`Italia è il secondo Paese europeo per diffusione della banda larga mobile. Ma se non interveniamo rapidamente, con il tasso attuale di diffusione degli smartphones, la nostra rete mobile rischia il collasso.
È l'allarme lanciato dal presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, nella sua relazione annuale al Parlamento. La rete mobile è infatti sovraccarica per la diffusione di Iphone, telefonini intelligenti e chiavette Internet che usano la rete Wi-fi per la connessione. Un fenomeno sentito già nelle grandi città dove in alcune ore il collegamento alla rete mobile è rallentato. Per questo, secondo Calabrò, occorre intervenire quanto prima mettendo all'asta le frequenze liberate.
"Il mese scorso - ha spiegato - abbiamo approvato il piano delle frequenze. Non ci credeva nessuno. È la prima volta che un piano delle frequenze che abbia un`effettiva probabilità di attuazione viene adottato in Italia: permette risorse per le TV nazionali (con 5 nuovi multiplex a gara), per l`alta definizione, per le TV locali (con almeno 13 mux, che corrispondono a 65 programmi locali per ogni Regione), per la radio, e consente di liberare 9 canali TV da destinare alla larga banda wireless, come chiede la Commissione europea.
L'Authority conta inoltre di rendere disponibili circa 300 Mhz da mettere all`asta per la larga banda.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags