Domenica 25 Luglio 2010

Ferie, si sceglie il low cost
E il treno adesso fa tendenza

ROMA - Un italiano su due non va in vacanza, ma anche chi parte cerca di farlo all'insegna del risparmio. Sono gli effetti della crisi che si vedono anche nel boom che sembra avere in questi giorni il treno come mezzo usato per andare in ferie. Una risposta al caro-benzina, al caro-autostrada, agli ingorghi, alle strade poco sicure e poco curate.
Quindi vacanze a buon mercato è il leitmotiv di chi, in questa calda estate, si vuole concedere un po' di refrigerio in tempi di vacche magre.
Secondo Unioncamere-Isnart rispetto allo scorso anno sono in uamento le prenotazioni e si privilegia luglio piuttosto di agosto, solitamente al picco per i prezzi: 53,8% delle camere prenotate per il mese di luglio (+3,9%), il 56,8% per agosto (+1,9%) ed il 33,5% per settembre (+3,2%).
Secondo gli esperti la tenuta delle prenotazioni  si deve al fatto che "le imprese ricettive hanno risposto abbassando i prezzi fin dal 2009 e anche quest'anno li hanno mantenuti a livelli inferiori a quelli del 2008".
Se nel primo trimestre 2010 i prezzi medi applicati per una camera doppia negli hotel indicavano un calo del -2,8% (che già seguiva ad una diminuzione media annua del -8,8% nel 2009) nel secondo trimestre gli operatori dell''hotellerie' stanno, seppur moderatamente, riallineando i prezzi (+5,2%) per recuperare le perdite di fatturato, grazie a politiche combinate di pricing e di contenimento dei costi, rimanendo ancora distanti dai prezzi praticati nel 2008.
Cresce la voglia di mare con prenotazioni in aumento anche verso i laghi che realizzano il 57,6% di prenotazioni per luglio, il 59,4% per agosto, ed il 32,9% per settembre.
Sud e isole le mete più prenotate di agosto (61%), mentre a luglio le destinazioni del nord est (56,9%); il centro supera nelle prenotazioni di settembre (37,9%). Tra le regioni, le maggiori difficoltà di recupero si evidenziano in Val d'Aosta, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, e Calabria, mentre le quote maggiori di prenotazioni si rilevano in Sardegna ed in Trentino.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags