Martedì 07 Settembre 2010

La Kampusch: così vi racconto
i miei 8 anni da sequestrata

VIENNA In un'autobiografia di 288 pagine, intitolata «3.096 giorni», Natascha Kampusch racconta il martirio della sua prigionia, da quando il 2 marzo 1998 fu sequestrata da un maniaco all'età di 10 anni sulla strada verso la scuola a Strasshof, nei pressi di Vienna, fino a quando riuscì a liberarsi, otto anni e mezzo dopo, il 23 agosto 2006. Un racconto raccapricciante di una bambina che diventa donna senza mai essere adolescente, segregata in condizioni di schiavitù, vittima di violenze, abusi e vessazioni fisiche e psichiche di ogni genere. Un racconto davvero terribile ma che si preannuncia un successo da autentico bestseller: la prima edizione uscirà in 50.000 copie. E sono già migliaia le prenotazioni del libro-autobiografia anche on line.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags