Venerdì 29 Ottobre 2010

La Cina punta sull'auto elettrica
«Questo il futuro dell'automobile»

PECHINO La Cina punta sulle vetture elettriche per rispondere ai problemi di inquinamento e di energia presenti sul primo mercato automobilistico del pianeta. Lo ha annunciato lo stesso governo cinese. «L'accordo fondamentale è di considerare le auto elettriche come asse di sviluppo strategico per la trasformazione industriale dell'automobile cinese», ha dichiarato Zhu Hongren, portavoce del ministro dell'Industria e delle Tecnologie dell'Informazione, durante una conferenza stampa, sottolineando che sono in corso studi per sviluppare batterie e motori elettrici con migliori performance e per arrivare a una produzione di massa di vetture elettriche.
In Cina, nell'anno in corso si venderanno 17 milioni di vetture, in aumento del 25% rispetto al 2009, ha sottolineato il portavoce. «Grande attenzione dovrà essere accordata» alle questioni legate all'energia e all'ambiente mentre le più grandi città del Paese sono sempre più bloccate da ingorghi stradali, ha spiegato Zhu. Il governo di Pechino considera il settore automobilistico una delle industrie chiave per il suo sviluppo nei prossimi anni. Nel giugno scorso, le autorità cinesi hanno annunciato una serie di sovvenzioni in cinque città, tra cui Shanghai, per l'acquisto di veicoli ad energia alternativa. I media cinesi hanno riferito che il governo prevede di investire 14 miliardi di dollari nelle automobili "verdi" nel corso dei prossimi decenni.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags