Lunedì 20 Dicembre 2010

L'Italia è un Paese per benestanti:
il 10% ha il 45% della ricchezza

Pochi e straricchi. Potrebbe essere la fotografia dele famiglie italiane. Infatti come sostiene un'indagine di Bankitalia, la ricchezza in Italia è concentrata nelle mani di poche famiglie.
"La distribuzione della ricchezza - afferma Palazzo Koch - è caratterizzata da un elevato grado di concentrazione: molte famiglie detengono livelli modesti o nulli di ricchezza; all'opposto, poche famiglie dispongono di una ricchezza elevata". "Le informazioni sulla distribuzione della ricchezza - sottolinea Via Nazionale - indicano che alla fine del 2008 la metà più povera delle famiglie italiane deteneva il 10% della ricchezza totale, mentre il 10% più ricco deteneva quasi il 45% della ricchezza complessiva".
 Alla fine del 2009, in particolare, la ricchezza netta per famiglia era stimabile in circa 350mila euro.
Il numero di famiglie con una ricchezza netta negativa - aggiunge Bankitalia - alla fine del 2008 pari al 3,2%, risulta invece in lieve ma graduale crescita dal 2000 in poi. Nel confronto internazionale, tuttavia, l'Italia ha "un livello di disuguaglianza della ricchezza netta tra le famiglie piuttosto contenuto, anche rispetto ai soli paesi più sviluppati".

u.montin

© riproduzione riservata

Tags