Venerdì 04 Marzo 2011

Fuga di cervelli, dal 2000
via dall'Italia 330mila giovani

MILANO Cervelli in fuga dall'Italia. E' una vera e propria emorragia quella descritta sulla base degli ultimi dati Aire, l'Anagrafe italiani residenti estero e resi noti dalla trasmissione «Giovani Talenti» di Radio 24. Nel dettaglio, ammonta a 331.709 il flusso di giovani tra i 20 e i 40 anni in uscita dall'Italia tra il 2000 e il 2010. E, nel corso dell'anno solare 2010, ben 22.982 Under 40 hanno lasciato l'Italia con destinazione i Paesi europei. Prevalentemente si tratta di uomini: sono 12.538, contro 10.444 donne. Altri 2.536 giovani hanno scelto gli Stati Uniti, come luogo di residenza (simili le proporzioni di sesso: 1.391 uomini e 1.145 donne).
A livello regionale, il 2010 ha visto un boom degli Under 40 che hanno lasciato la Lombardia, regione capolista nell'espatrio dei giovani sia verso l'Europa, sia verso gli Usa. Sono stati infatti 3.560 i 20-40enni lombardi che hanno preso la residenza nell'Ue, 361 invece hanno preferito gli Usa. Al secondo posto negli espatri verso l'Europa la Sicilia (2.794), al terzo il Lazio (1.955). Per quanto riguarda gli espatri verso gli Usa, dopo la Lombardia seguono la Campania (307), e il Lazio (303).
Se consideriamo invece il totale degli espatri tra il 2000 e il 2010, domina la Sicilia, che nell'ultimo decennio ha visto emigrare verso l'estero ben 40.281 giovani tra i 20 e i 40 anni.
A seguire la Lombardia (32.678) e la Calabria (31.049). Il totale complessivo degli italiani, di ogni fascia d'età, iscritti all'anagrafe Aire ammonta a 4.115.235. Se si considera la sola fascia dei 20-40enni, i giovani italiani residenti all'estero sono 1.174.879.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags