Venerdì 11 Marzo 2011

Hollywood: bye, Soderbergh
Il regista dà l'addio al cinema

NEW YORK Steven Soderbergh lascia il cinema.
Il regista che ha inventato la banda di «Ocean's Eleven» e ha vinto l'Oscar con film dalle storie forti come «Traffic» e «Erin Brokovich» ha annunciato il suo addio alla regia. «È arrivato il momento, tutto qui», ha detto in un'intervista al programma radiofonico Studio 360. «Negli ultimi tre anni ho rifiutato ogni cosa che mi sia capitata davanti, quindi d'ora in poi non ci sarà più nulla da discutere su Steven Soderbergh».
Qualche tempo fa anche Matt Damon, con cui Soderbergh sta preparando il nuovo film «Liberace», aveva rivelato le intenzioni del regista, e la possibilità che in futuro si dedicasse alla pittura o alla fotografia. Il cineasta ha confermato: «Qualunque forma d'arte è un modo di risolvere problemi. Quando ci lavori riesci a eliminare più velocemente le versioni che non sono buone. Ma quando ho iniziato ad avere  la sensazione di avere già girato quella scena, di avere fatto già una cosa di quel tipo prima, in quel momento ho seriamente pensato a una svolta».
«Quando vedi quegli atleti che sono ancora in circolazione per un paio di stagioni di troppo, è un po' triste» ha concluso il regista. I prossimi lavori in programma, quindi gli ultimi della sua carriera dietro la macchina da presa, sono due: oltre a «Liberace» con Matt Damon e Michael Douglas, ci sarà anche un lavoro con George Clooney, intitolato «Man from U.N.C.L.E.».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags