Lunedì 02 Maggio 2011

Alabama, comincia la conta
dei danni dopo i tornado

TUSCALOOSA Dopo le devastazioni dei tornado, ieri nel Sud degli Stati uniti è cominciata la conta dei danni. Ma proseguono senza sosta le ricerche delle otto persone che risultano ancora disperse. Il bilancio delle vittime si è fermato a 345, mentre i feriti sono 1.730. Ancora centinaia di migliaia di case sono prive di elettricità. Circa duemila riservisti della Guardia nazionale sono stati dispiegati in Alabama, lo stato più colpito dalle tempeste, le più violente in America dal 1925. La Croce Rossa ha allestito 12 centri di ricovero, in particolare a Tuscaloosa, cittadina di circa 90.000 abitanti, dove interi quartieri sono stati rasi al suolo.
Una abitante dell'Alabama ha creato una pagina Facebook per aiutare le persone a ritrovare gli effetti personali, portati via dal vento. Dopo poche ore contava già 600 fotografie di oggetti, documenti, abiti disseminati a decine di chilometri di distanza dai tornado.
A Tuscaloosa ieri era arrivato anche il presidente degli stati Uniti, Barack Obama, assieme alla moglie, che ha detto di "non aver mai visto una devastazione simile". I danni provocati dai tornado potrebbero costare alle assicurazioni, secondo le prime stime, tra i 2 e i 5 miliardi di dollari. Domani si recheranno in Alabama diversi ministri, fra questi il responsabile della Sicurezza interna, Janet Napolitano.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags