Venerdì 19 Agosto 2011

Nuova lotta alle droghe
con il vaccino contro l'eroina

WASHINGTON - I ricercatori dello Scripps Reasearch Institute di La Jolla (Stati Uniti) hanno messo a punto un vaccino contro l'eroina. Lo annuncia il "Journal of Medicinal Chemistry", pubblicando lo studio che ne ha dimostrato l'efficacia nei ratti.
Si tratta di una miscela il cui componente fondamentale è una molecola simile all'eroina, detta aptene, che viene degradata dall'organismo stimolando una risposta immunitaria molto forte e specifica nei confronti delle molecole in cui viene normalmente convertita l'eroina dal corpo umano.
Nei ratti questo vaccino induce la produzione di anticorpi specifici che non agiscono né contro altre droghe né contro i farmaci usati nella terapia della dipendenza da oppiacei.
Come spiega Kim Janda, autore principale dello studio, "questo significa che può essere utilizzato in combinazione con altre terapie per la riabilitazione dall'eroina".
Non solo, gli animali vaccinati non mostrano più la tendenza a cercare nuove dosi dello stupefacente, anche se questo è a loro libera disposizione. Secondo gli autori l'uso di questo vaccino potrebbe aiutare a limitare la diffusione dell'Hiv tramite scambio di aghi infetti.

p.batte

© riproduzione riservata

Tags