Venerdì 09 Settembre 2011

Zeman: «Calcio senza doping?
Lo spero, ma non ci credo...»

PESCARA Zdenek Zeman ribadisce che il calcio italiano non è cambiato dopo un grave problema come quello di Calciopoli. L'allenatore boemo, che nel 1998 accusò i calciatori (in particolare quelli della Juventus) di assumere farmaci, sostiene che «non si è verificata alcuna rivoluzione. Il calcio in Italia ha perso le sue radici: non ride, non stupisce, tiene lontana l'emozione».
 E sulla sua tesi sul doping aggiunge: «Spero che il calcio sia uscito dalle farmacie, non faccia più uso di quelle sostanze, ma non ne sono convinto».
Il tecnico del Pescara prosegue nella sua analisi dicendo: «Se si trovano dopati in altri sport, non fatico a credere che qualcuno cerchi rimedi artificiali anche nel calcio. Nell'ambiente c'è troppa gente che non c'entra niente».
E conclude: «Eventualmente, avrei dovuto star zitto prima. La verità è pericolosa. Una volta detta, è inopportuno rimangiarsela. Avevo ragione. Non c'era nulla da smentire».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags