Domenica 29 Gennaio 2012

«Gli sfigati della buona tavola»
Slow Food lancia l'allarme Italia

ROMA - Patria della buona tavola. Ma gli italiani - che hanno il patrimonio della dieta mediterranea e del turismo enogastronomico che muove 4 miliardi di euro - «non devono pensare di essere arrivati. A tavola, vuoi per la crisi economica vuoi per l'abbandono di regimi alimentari equilibrati e dei principi di tutela della biodiversità vuoi per la non gestione degli sprechi e dei rifiuti, c'è il rischio che tra qualche anno gli sfigati saremo noi». È il monito del presidente nazionale di Slow Food Roberto Burdese che, in
occasione della presentazione in anteprima a Roma del Salone del
Gusto e Terra Madre, ha sottolineato come «l'incontro tra le comunità del cibo di 130 Paesi, a Torino al Lingotto dal 25 al 29 ottobre, sancirà una alleanza internazionale, dove la diversità tra i paladini della biodiversità sarà il valore aggiunto».

l.barocco

© riproduzione riservata

Tags