Sabato 27 Marzo 2010

Alla stazione parcometri
e ausiliari della sosta

CADORAGO Dopo la ristrutturazione della stazione è la volta dei parcheggi attigui, circa ottanta posti auto, che a breve verranno regolati da parcometri e controllati, oltre che dalla polizia locale, anche dagli ausiliari del traffico. «Dal 16 novembre l'impianto sarà sottoposto a un progetto di riqualificazione strutturale»: questo era l'avviso in stile barocco che le Nord davano all'utente della stazione di Cadorago per dire che dovevano ristrutturare il locale biglietteria, e i lavori sono continuati sino a qualche settimana fa, lasciando l'utenza al freddo e all'aperto, senza la possibilità di fare il biglietto in loco. Ora la stazione, ha il locale attesa rimesso a nuovo, lo sportello cassa murato, l'erogatore biglietti funzionante, anche se, come dice Marianna Malimpensa utente, tutti devono restare in piedi come cavalli per mancanza di panche o poltroncine. Sistemata la stazione, a breve entreranno in vigore le nuove modalità di posteggio, visto che le trattative tra l'amministrazione di Cadorago e la Direzione delle Nord per poter usufruire del binario morto come posteggio sono fallite e che si doveva addivenire a una regolamentazione della sosta auto. Le strisce azzurre sono già state tracciate, i parchimetri infissi e tra qualche settimana il Csu di Como, a cui è stato appaltato il servizio, darà il via. Dunque tutto a pagamento; pagamento simbolico per coloro che sono sia abbonati alle ferrovie, sia residenti nel Comune di Cadorago: 0,20 euro al giorno e si sta studiando la possibilità di emettere abbonamenti; per tutti gli altri una tariffa di 1,50 euro al giorno, come il vicino Fino Mornasco. Non ci sarà più distinzione di posteggio tra Piazzetta Martiri di Nassirya ed esterno, in quanto coloro che usufruiranno della tariffa agevolata avranno a disposizione una tessera magnetica con “microchips” da ritirare presso il Comando dei Vigili locali previo consegna del vecchio contrassegno cartaceo, che inserita e letta dal parchimetro produrrà il tagliandino a tariffa agevolata con l'indicazione della targa segnalata, da esporre all'interno dell'automezzo.

f.angelini

© riproduzione riservata