Domenica 06 Giugno 2010

Ossuccio: niente residence
nell'ex albergo Miralago

OSSUCCIO Il progetto di riqualificazione dell'albergo Miralago sembra essersi temporaneamente incagliato, ma le polemiche sulla realizzazione dell'opera continuano, nonostante i cambiamenti intervenuti a seguito dell'approvazione definitiva del piano di governo del territorio, strumento che in fatto di costruzioni detta regole nuove. L'associazione ambientalista «La Cruna del lago», con una nota, richiama l'attenzione sul futuro dell'ex albergo oltre che sulla questione della spiaggetta di Cantone e dei pontoni per l'attracco delle imbarcazioni da diporto. Il sindaco Giorgio Cantoni, che si dichiara indignato per quelle che definisce «accuse false e insinuazioni tendenziose», minaccia querele. Giusto nel momento in cui il progetto Miralago sta segnando il passo, l'associazione ambientalista denuncia il fatto che «l'incombente insediamento è destinato a trasformare il Miralago in un residence di almeno 40 unità immobiliari e nel raggio di 100 metri si sta realizzando un porticciolo». Aggiunge che «tale struttura, la cui utilità pubblica stante lo sviluppo delle cose è sempre più opinabile, andrebbe a costituire un approdo di 36 posti barca, un insediamento che ha dato luogo a una nuova sospensiva da parte del Tar estesa fino al marzo 2011 in accoglimento del ricorso presentato in tribunale dall'avvocato Ezio Antonini, noto per essere uno dei consiglieri nazionali del Fai, il Fondo ambiente italiano». Giorgio Cantoni ammette che il progetto Miralago è al momento fermo e nessun progetto esecutivo è stato presentato in municipio, ma sostiene una tesi completamente opposta. «Siamo uno dei primi comuni della provincia di Como a avere un piano di governo del territorio approvato e operativo – dice il sindaco – e con assoluto rigore confermo che l'ex Miralago manterrà l'esclusiva destinazione alberghiera. Non ci sarà alcun tipo di residence. Sgombro il campo da qualsiasi tipo di equivoco e confermo quanto contenuto nel pgt sull'utilizzo ricettivo dell'immobile nell'ambito di una zona turistica che comprende anche la spiaggetta di Cantone. Non è vero che verranno costruiti ingombranti pontoni. Faremo degli attracchi lunghi 10 metri che non daranno fastidio a nessuno destinati a barche di piccole dimensioni. In tutto ci saranno 28 posti-barca per gli ossucesi e sistemeremo anche la spiaggetta con il proposito di permettere alla gente comune di andare a prendere il sole in un luogo che per sua natura appartiene a tutti e per nessuna ragione deve essere considerato patrimonio esclusivo dei vip.
.

f.angelini

© riproduzione riservata