Mercoledì 16 Giugno 2010

Lega Nord: a Cantù
Bossi nomina Molteni

CANTU' Tutto come da copione, la sezione canturina del Carroccio torna a essere commissariata dopo soli otto mesi, e a sostituire il segretario Carlo Porro, dimessosi nei giorni scorsi, arriva il deputato Nicola Molteni, che promette di riportare la Lega a essere «quella degli anni Novanta, combattiva, presente sul territorio, aperta alla società civile e alle nuove leve».  Il nome di Molteni è stato indicato espressamente dal senatùr Umberto Bossi e dal segretario nazionale Giancarlo Giorgetti. Il che dovrebbe garantire al deputato maggior stabilità nel proprio ruolo. O quantomeno di tacitare da subito eventuali malumori da parte dei militanti, come quelli divenuti in questi mesi tanto palesi da portare 22 di loro – su 37 – a presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Porro, il quale a propria volta se n'è andato prima.
Lunedì sera, nell'assemblea che ha visto l'insediamento di Molteni, di beghe amministrative il commissario provinciale Leonardo Carioni non ha nemmeno voluto sentir parlare. E Molteni prosegue sulla stessa linea: «Da Bossi ho avuto un'indicazione molto chiara, occuparmi del rilancio del movimento, di dargli ordine e stabilità. Per quanto riguarda l'amministrazione c'è un sindaco, che dovrà confrontarsi col gruppo consiliare e con l'intera maggioranza per stabilire le priorità da portare a compimento in questi ultimi due anni del mandato». Il che significa che per il momento nessun provvedimento è stato preso nei confronti dei due ribelli Galetti e Brianza. E significa, leggendo – neanche tanto – tra le righe, che le perpetue faide che attraversano la Lega canturina dividendola in fazioni cominciano a non essere più tollerate da chi di dovere. Per il primo cittadino Tiziana Sala, insomma, è arrivato il momento di rinsaldare i ranghi e di rendere anche all'esterno un'immagine meno dissestata del Carroccio.

m.butti

© riproduzione riservata