Martedì 07 Dicembre 2010

Cantù: vandalismi al trenino
Responsabili tre minorenni

CANTU'  L'assalto al trenino di Natale, tra maleducazione e vandalismi. Con un vagone della simpatica carovana – voluta dall'assessorato al commercio in occasione delle festività natalizie – occupato da un gruppo di ragazzi esuberanti, per nulla intenzionati a scendere. Tra schiamazzi, urla e scherzi, hanno fatto arrabbiare i genitori a bordo, intervenuti per cercare di sopire gli animi. Qualche bimbo ha dovuto rinunciare al giretto tra le vie centrali dello shopping. E dopo che il gruppi di adolescenti, in piazza Garibaldi, si è messo a lanciare palle di neve verso lo stand delle frittelle – con il pericolo di schizzare d'olio bollente chi c'era nei dintorni – la polizia locale ha individuato come responsabili tre sedicenni di Vighizzolo. Oltre alla ramanzina degli agenti, anche quella dei genitori, chiamati direttamente dal comando di via Vittorio Veneto. Per evitare che si ripetano fatti del genere, il trenino, nelle prossime giornate, sarà un sorvegliato speciale.
Massimo Cappelletti, vicesindaco e assessore al commercio, non ha gradito l'atteggiamento di alcuni commercianti. Domenica mattina, la storia del trenino "scortato" dalla polizia locale girava quasi come una barzelletta tra le vie attorno a piazza Garibaldi. Invece, c'è un motivo preciso per tanta attenzione. «Mi sembra giusto che questi commercianti sappiano quanto è accaduto – appunta l'assessore Cappelletti – siamo stati costretti a mettere i vigili a controllare il trenino perché, sabato pomeriggio, è stato presidiato da un gruppo di ragazzi: per colpa loro, di fatto, alcune famiglie, con i loro bambini, non sono potuti salire a fare un giro». Il vicesindaco racconta qualche dettaglio. «Questi giovanotti – dice – con una serie di maleducazioni, hanno bisticciato con qualche genitore. Vorremmo che salissero persone civili. Per cui, adesso ci siamo organizzati. Perché questi episodi del genere non si ripetano più. In sostanza, avremo un occhio in più per il trenino».
A svelare la seconda parte della storia, è l'assessore alla sicurezza Andrea Lapenna. «A quanto mi risulta, si tratta di tre ragazzini – spiega Lapenna – sono saliti, picchiavano sulle coperture di plastica messe per non far prendere freddo ai bambini: giocavano a far spaventare le famiglie. Quando finalmente sono scesi, i ragazzini si sono messi a tirare palle di neve contro un gazebo che vendeva caramelle e frittelle. La persona che stava lavorando mi ha chiamato personalmente, perché temeva che con l'olio bollente qualcuno si sarebbe potuto ustionare». Il finale: «La polizia locale ha richiamato i ragazzi – conclude Lapenna – e siccome sono tutti minorenni, sono stati chiamati subito anche i loro genitori».
Per il trenino, gratuito per tutti, sono previsti ancora cinque giorni di circolazione. Domani – 8 dicembre – e i prossimi due fine settimana, sia al sabato che alla domenica. Naturalmente, non saranno consentite altre fibrillazioni. E, in teoria, tutto dovrebbe svolgersi nella tranquillità.

l.barocco

© riproduzione riservata