Venerdì 22 Giugno 2012

Canzo, arresti domiciliari
per l'ultrà erbese del Genoa

CANZO - Arresti domiciliari a Savona dove si è trasferito da circa un mese, per l'ex canzese Ivanhoe Benigni di 34 anni.

L'uomo era uno degli ultrà del Genoa che con la loro protesta hanno portato alla sospensione per diversi minuti dell'incontro con il Siena dello scorso aprile. Benigni, originario della Liguria, si era trasferito anni fa a Canzo con il padre Roberto, per un periodo si è occupato anche del bar all'interno del complesso residenziale Cosmopolitan di Valbrona. Un breve passaggio poi nel Canturino, e ora il ritorno in Liguria.

L'articolo completo su La Provincia in edicola stamattina

g.devita

© riproduzione riservata