Mercoledì 01 Maggio 2013

Lipomo, la vittima accusa
"E' stato lui a colpirmi"

LIPOMO - Dieci minuti in terapia intensiva, risposte brevi, pochi dettagli. Bice Righetti è stata ascoltata l'altra sera in ospedale dai carabinieri del reparto operativo di Como, impegnati nelle indagini che riguardano il tentato omicidio di domenica, in via Ca' Rotta.
Reduce da un lungo intervento chirurgico immediatamente successivo al ricovero, la Righetti ha confermato che a colpirla è stato Giuseppe Rizzo, 45 anni, l'operaio di Lipomo - anche lui vive in via Ca' Rotta - che da domenica si trova in stato di fermo con l'accusa di tentato omicidio.
La testimonianza della vittima, che i carabinieri non avevano potuto ascoltare prima, è utile a confermare un quadro indiziario che, almeno inizialmente, Rizzo aveva contestato, sostenendo di averla già trovata a terra nel salotto di casa, ferita non si sa da chi pochi minuti prima che lui andasse a farle visita. Balle, secondo la vittima, che pur molto provata e quasi a monosillabi, ai militari ha raccontato tutt'altra storia: "L'avevo fatto entrare per bere un caffé. Stavo guardando la fine di un film. All'improvviso mi ha colpita". Resta un mistero il movente.

b.faverio

© riproduzione riservata