Sabato 25 Maggio 2013

Tavernerio: la festa
di San Fereolo

TAVERNERIO Domenica, in coincidenza con la ricorrenza della Santissima Trinità, ritorna puntuale la festa di san Fereolo che da centinaia di anni richiama nella piccola chiesa dedicata al santo un numero straordinario di fedeli. Si tratta di alcune migliaia di persone che arrivano da ogni parte: dal Bergamasco, dai paesi del Varesotto, dal Canton Ticino, dalle parti più disparate della Brianza, oltre, naturalmente,  ai residente di Tavernerio per i quali la festa assume un significato del tutto particolare.
La chiesetta di San Fereolo a Tavernerio è oggetto di un culto antico e molto radicato. In occasione della festa resta aperta per l'intera giornata alla venerazione dei fedeli.
Il programma religioso prevede stasera alle 20,30 il triduo al santuario di San Fereolo.  A partire dalle 18, la proloco preparerà fumante trippa da asporto il cui ricavato sarà devoluto alla parrocchia. Domani sono previste celebrazioni di sante messe al santuario alle 8,30 e alle 10,30.
Le visite sono possibili dalle 7,30 alle 19,30. La santa messa delle 17,30 sarà celebrata nella chiesa dell'Eucaristia.
Lungo la via Primo Maggio, che per l'occasione viene chiusa al traffico veicolare, ci saranno un'ottantina di bancarelle con  prodotti artigianali, agricoli e alimentari, calzature e  abbigliamento. Subito dopo il ponte, accanto alla pasticceria Marinoni, la proloco allestirà un gazebo, che sarà aperto per tutta la durata della festa, con un'attrezzata cucina dove i cuochi del sodalizio prepareranno trippa fumante, alborelle fritte e salamelle alla brace.

La novità di quest'anno è l'allestimento di un'area giochi con gonfiabili per bambini che funzionerà dalle 10 alle 19 gratuitamente. Dalle 15 alle 16,30 l'associazione Ami-Ki con il patrocinio del Comune di Tavernerio propone “Little Wonderland”, percorsi di quiete e piccoli tesori lungo la valle del Cosia. L'appuntamento è allo stand dell'associazione Ami-Ki (nei pressi della chiesa dell'Eucaristia). Un gruppo di volontari accompagnerà i partecipanti e li aiuterà a scoprire la flora e la fauna che vivono nella valle del Cosia e assieme agli amici dell'associazione “Vivere Meglio” la natura.

f.angelini

© riproduzione riservata