Domenica 24 Maggio 2009

Muore il giorno dopo
l'incidente stradale

LURAGO MARINONE Non ce l’ha fatta Nadia Gariglio, 55 anni, urtata dallo specchietto retrovisore di un furgone giovedì pomeriggio sulla provinciale 24. Trasportata con l’elisoccorso all’ospedale di Lecco, è deceduta venerdì. L’incidente ha avuto un epilogo tragico, inatteso. Il quadro clinico della donna, pur serio, non sembrava infatti disperato alle forze dell’ordine e ai soccorritori intervenuti. Inizialmente era apparsa cosciente. I primi a intervenire erano stati i volontari della Croce Azzurra di Cadorago, inviati sul posto dal 118, poi raggiunti dall’elisoccorso, atterrato su un prato a lato della provinciale. Poi le condizioni della donna si sono repentinamente aggravate durante il trasporto in ospedale, tanto che all’arrivo al Manzoni di Lecco era già in uno stato critico. Ha lottato per la vita fino al mattino seguente, quando intorno alle 11 è deceduta. E' stata eseguita l’autopsia, disposta dal pubblico ministero Antonio Nalesso, per cercare di chiarire le cause del decesso. L’incidente, infatti, potrebbe essere stato preceduto da un malore.

f.angelini

© riproduzione riservata