Domenica 03 Maggio 2009

Firme a Montano
contro Capatti candidato

MONTANO LUCINO «Caro Ermanno, nessuno ti ha escluso dalla vita sociale di una comunità, ma non vogliamo condividere nessuna parentela politica con chi, come te, ha tradito la fiducia di giovani ragazzi affidatigli per una formazione allo studio e al lavoro». Così, in una lettera aperta rivolta direttamente all’ex sindaco Ermanno Capatti, un gruppo di cittadini rompe il silenzio seguito alla notizia, poco più di un mese fa, di una possibile nuova candidatura a primo cittadino dello stesso Capatti. Lettera firmata da persone che avevano vissuto l’esperienza amministrativa con lui, rivestendo il ruolo di sindaco come Aldo Ceruti e Tiziano Cattaneo; assessori come Giuseppe Danieli, Sabino Imbrici e Claudio Vella; consiglieri comunali, come Luigi Cavallari, Valeria Ferrarese e Vito Martino; oltre a cittadini con ruoli di responsabilità all’interno di gruppi e associazioni del paese. Seppur Capatti non abbia ancora di fatto sciolto la riserva sul suo ritorno in campo, pare che in paese siano molti coloro i quali credono che la formalizzazione della sua candidatura sia imminente. L'uomuo ha dovuto dire addio alla sua carriera politica in seguito alla condanna per abusi sessuali all’Ipsia Ripamonti. I toni della lettera sono tranquilli, ma acuti, chiari e precisi, concisi. Il sentimento che la guida è quello di un’amicizia tradita che ora chiede che sia almeno rispettata la correttezza con cui questi concittadini si sono sempre relazionati con Ermanno Capatti.

f.angelini

© riproduzione riservata

Tags