Campionati del Mediterraneo  Staffetta d’oro con Casarico
Mattia Casarico ha vinto la medaglia d’oro in staffetta

Campionati del Mediterraneo

Staffetta d’oro con Casarico

Atletica leggera Under 23 a Pescara. L’Italia vince la 4x400 con il comasco. Il pesista Proserpio intasca l’argento

Articolata in due giornate a Jesolo (Ve) si è disputata la terza edizione dei Campionati del Mediterraneo di atletica leggera Under 23.

Quattordici le Nazioni presenti che s’affacciano sul “mare nostrum”, con prima classificata la Francia (30 medaglie, di cui 16 d’oro, 6 d’argento, 8 di bronzo), seconda l’Italia (37: 13, 15, 9) e terza la Spagna (17: 4, 7, 6).

La Lombardia ne ha conquistate undici (5 d’oro, 4 d’argento, 2 di bronzo) grazie anche al grande apporto dato dal velocista Mattia Casarico (Bernatese) e dal lanciatore marianese Giacomo Proserpio (Atletica Lecco) occupando, nell’ordine, il primo e secondo gradino del podio.

Il gialloverde ha dato il là alla 4x400 (corsa una prima frazione da urlo) che si è imposta con il notevole crono 3’05”07, allineando Andrea Romani (Riccardi Milano), il lodigiano Edoardo Scotti (Cus Parma) e Giuseppe Leonardi. Seconda la Tunisia (3’08”58) e terza la Spagna (3’09”78).

Passando dalla pista alla pedana del martello Giacomo Proserpio (fresco campione tricolore di categoria) ha assaporato l’oro fino al quinto lancio dopo aver fatto subito seguire al 64,42 iniziale la misura di 66,97.

L’ha scavalcato, con 68,93 (primato stagionale), il francese Yann Chassinand annullando l’ultimo tentativo di recupero del comasco fermatosi a 66,89. Bronzo (64,28) per il laziale Tiziano Di Blasio (Atletica Futura Roma).

Con il quarto posto è rimasto, invece, giù dal podio dei 10.000 Alberto Mondazzi (Atletica Mariano, bronzo agli italiani Promesse di Ferrara). Li ha chiusi in 31’47”86 e preceduto dal turco Sezgin Ataç (31’04”51).

Poteva essere una favolosa tripletta nazionale unendo l’oro di Alessandro Giacobazzi (30’18”10) e l’argento di Ahmed Ohuda (30’30”84).


© RIPRODUZIONE RISERVATA