I comaschi battono undici colpi Osteno brilla con un poker d’oro
Da sinistra Cattaneo, Botta e Pidutti

I comaschi battono undici colpi
Osteno brilla con un poker d’oro

Prove generali sul lago di Comabbio per gli Italiani assoluto Jole & Elba

Prove generali ieri sul lago di Comabbio per quelli che tra due settimane, sullo stesso specchio d’acqua varesino, saranno i campionati italiani assoluti Jole & Elba 2019. La corsa ai tricolori e al Trofeo Sinigaglia (sulla massima categoria, i senior), riportato a Como nel 2018 dalla Osteno dopo 21 anni di esilio sul lago Maggiore, vede anche quest’anno tra le maggiori candidate anche la società ceresina della presidente Marzia Dolci.

È la Osteno, infatti, a fare il poker di medaglie d’oro, che aggiunte alle 3 della Aldo Meda Cima, alle 2 della Aurora Blevio, all’una per parte di Carate Urio e Plinio Torno, portano a 11 il bottino delle comasche.

Le barche corte della Osteno, dunque, non temono rivali nei senior, con Dario Botta e Michele Spinelli che siglano l’ennesima doppietta personale . Dario Botta e Stefano Cattaneo con il timoniere Davide Pidutti si impongono in due di punta senior davanti a Murcarolo e Renese, Michele Spinelli (timoniere Filippo Pidutti) fa strage in singolo senior mettendo alle corde Roberto Pusinelli (Porto Ceresio) e Giacomo Broglio (Renese). Poi Botta e Spinelli (Filippo Pidutti al timone) insieme vincono in due di coppia senior davanti a Mignani/ Schwartz della Renese e Perino/Gardini della Murcarolo.

Il quarto asso del poker ostenese è calato da Melody Mugliore e Sara Pidutti in due di coppia allievi, davanti a Denise Vaccani e Viola Longoni della Falco Rupe Nesso. La Aldo Meda Cima fa tris con Luca Borgonovo in singolo cadetti , Valentina Mascheroni in singolo allievi, Giovanni Borgonovo in singolo ragazzi. Doppietta dell’Aurora Blevio e doppietta personale di Clarissa Longoni in singolo junior e con Carolina Vanini in due di coppia.

La Plinio Torno festeggia il successo di Daniele Cavalmoretti e Jason Guanieri in due di coppia allievi. Chiude la Carate Urio con Simeon Caccia e il timoniere Beatrice Dileo in singolo junior. Ma sempre in tema campionati italiani resta aperto per i comaschi il problema barche lunghe. Anche questa volta il quattro di coppia senior, targato Carate Urio, di Marco Cozzi, Eros Pizzotti, Leonardo Gilardoni e Simeon Caccia è arrivato giù dal podio, quarto dietro a Germignaga, Arolo e Verbanese, rialzando le quotazioni del lago Maggiore in ottica Trofeo Sinigaglia. Basteranno al lago di Como due settimane per colmare il gap?

Ma intanto le società lariane pensano ai campionati provinciali, in programma domenica prossima a Lezzeno, che storicamente accendono le tifoserie dei paesi coinvolti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA