Ultimo impegno di Supercoppa  Cantù stasera a Brescia
Basket: Acqua San Bernardo Cantù - Openjobmetis Varese (Foto by La Provincia)

Ultimo impegno di Supercoppa

Cantù stasera a Brescia

Si tratta della partita che concluderà il percorso di Cantù in questa manifestazione, che ha fatto da precampionato per tante squadre di serie A

Ultimo impegno di Supercoppa, stasera alle 20.30, per l’Acqua San Bernardo Cantù impegnata in trasferta al PalaLeonessa per affrontare la Germani Brescia. Si tratta della partita che concluderà il percorso di Cantù in questa manifestazione, che ha fatto da precampionato per tante squadre di serie A, e che si concluderà – per il girone A è già qualificata Milano – il 20 settembre a Bologna con la disputa delle Final Four.

Fuori dai giochi Brescia, fuori dai giochi Cantù, è lecito attendersi una sfida senza troppi tatticismi, tra due squadre con la mente sgombra: nessuna ansia da prestazione. Se non, almeno per Cantù – come rimarcato anche da coach Pancotto – la necessità di crescere e diventare squadra prima possibile. Rinfrancata dalla prima vittoria di lunedì contro Varese e conscia che la distanza con Brescia - almeno per quanto visto nel match di andata a Desio - non sia clamorosa, Cantù ha quindi voglia di provare a replicare anche fuori casa quanto di buono espresso nell’ultima uscita, grazie a un gioco in attacco estremamente fluido e da una difesa molto solida.

Nell’81-72 finale del PalaBancoDesio è emersa, su tutte, la performance di Donte Thomas, Mvp con 20 punti e 7 rimbalzi (8/9 al tiro con 4 triple su 5): «È stata una serata fantastica perché riuscivo a sentire tutta l’energia del pubblico – ha detto l’americano -. Anche se la capienza era limitata, i tifosi si sono fatti sentire parecchio. Non oso immaginare quando l’arena sarà piena, spero il prima possibile». Lo statunitense ha apprezzato la Supercoppa: «È stato senza dubbio un torneo utile, un bel banco di prova per la squadra, grazie al quale abbiamo avuto più occasioni per capire a che punto è il nostro percorso. Il successo con Varese è stato solo un altro test per capire chi siamo; poi, certo, sono contento che alla fine sia arrivata la vittoria, per noi e per i tifosi di Cantù, anche perché so che la rivalità tra noi e Varese è piuttosto seria». Infine, sull’appuntamento di questa sera: «So di poter migliorare ancora molto e non basta una sola gara per dimostrare il proprio valore e la propria crescita tecnica. Ci tengo a giocare bene anche a Brescia. Tuttavia, mi importa di più che la squadra riesca a ottenere un’altra vittoria. Questa è sempre la cosa più importante, non la prestazione del singolo» ha concluso la nuova ala di Cantù.


© RIPRODUZIONE RISERVATA