Giovedì 24 Febbraio 2011

Oms: lo smog in pianura padana
provoca 7 mila morti all'anno

Una previsione che fa paura, un'ipotesi da scenari di "guerra". Ma purtroppo un dato affidabile nella sua fonte, un dato previsionale che spaventa: nelle città della Pianura Padana il numero di morti a causa dello smog potrebbe superare i 7.000 all'anno.

È questa un'ipotesi fornita dal Centro europeo ambiente e salute dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in base a un'elaborazione del precedente studio sull'impatto sanitario del Pm10 (particolato fine, polveri sottili) e dell'ozono. Applicando la stessa metodologia di quello studio (del 2006) - spiega il Centro Ue ambiente e salute dell'Oms - e "considerando i soli 30 capoluoghi di provincia della pianura padana, il numero di morti dovuti alle polveri potrebbe superare i 7.000 l'anno".
In quest'area - fa notare l'Oms - "il traffico urbano locale e regionale" si unisce alle "intense attività industriali" e alle "condizioni climatiche che limitano la dispersione degli inquinanti".

La misurazione delle concentrazioni di inquinanti, osserva ancora l'Oms, è cambiata inserendo anche il Pm2,5 (più sottile del Pm10), ricordando che il problema smog "non può essere trascurato nelle città più piccole". Secondo l'Oms è "necessaria e urgente" un'azione politica che "affronti il problema del trasporto in maniera sistematica" con "politiche" per il "contenimento delle emissioni".
A livello economico, ridurre le polveri sottili al 2020 porterebbe un risparmio fino a 28 miliardi di euro l'anno al nostro Paese.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags