Lunedì 06 Giugno 2011

Scatta l'allarme in Patagonia:
i pinguini perdono le penne

E' un vero mistero che nessuno riesce a chiarire. Nella Patagonia argentina, una strana patologia sta interessando alcune specie di pinguini, che perdono le penne, rimanendone totalmente privi.

Lo hanno reso noto un gruppo di esperti, i quali per ora non riescono a spiegarsi il perchè del fenomeno. I risultati delle prime osservazioni sono stati pubblicati sulla rivista "Waterbirds".
La patologia, che si è manifestata principalmente nei centri di riabilitazione organizzati dagli scienziati, ha per ora interessato solo due specie su diciotto. Fatto ancora più singolare, i piccoli che sopravvivono sviluppano un piumaggio normale, continuando la propria vita da adulto senza conseguenze, sebbene siano più deboli e crescano più lentamente di quelli che invece non vengono colpiti.

La causa della malattia potrebbe essere un virus, precisano gli studiosi. Negli animali che hanno perso le penne non sono state rintracciate ferite di alcun tipo. Al momento il maggior numero di esemplari coinvolti sono pinguini africani appartenenti alla colonia della Sanccob, una fondazione con sede a Città del Capo. Qui i problemi maggiori vanno però ricondotti alla frequente fuoriuscita di greggio dalle petroliere che navigano nella zona, che obbligano gli addetti di questo centro ad un'intensa attività di pulizia dei pinguini.
Diversa invece la situazione dei pinguini di Magallanes, nel sud dell'Argentina, che ormai da anni affrontano più problemi che in passato a causa della pesca intensiva ed il cambiamento climatico che li lasciano senza cibo.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags