Giovedì 26 Novembre 2009

Pasta scotta e carne dura
Protesta alla mensa

MARIANO I genitori degli alunni iscritti al servizio mensa delle elementari di Sant’Ambrogio e della materna di Perticato contestano, con una raccolta firme, quanto viene servito ai bambini durante la pausa pranzo. Le lamentele, recepite anche dall’associazione Cittadinanzattiva, guidata dalla responsabile locale Fernanda Donchi, si sono concentrate sulla qualità dei piatti presentati ai bambini, sullo stato di cottura di alcuni cibi «con la pasta spesso presentata stracotta e collosa – sottolinea la responsabile dell’associazione che difende i diritti dei cittadini nei confronti di altri servizi pubblici, come ad esempio quelli ospedalieri -, la carne troppo dura, la frutta acerba oppure piatti serviti con una quantità eccessiva di spezie. I genitori chiedono alle istituzioni un intervento, un controllo sulla qualità del cibo: non capiamo perché debba essere difficile prendere sul serio i cittadini sulle cose che vanno o su quelle che non vanno. Prendere sul serio i propri concittadini, invece, significa collaborare fra istituzioni e società: non spazientiamoci se arrivano delle segnalazione perché consentono di tutelare al meglio i diritti di tutti».
La questione è stata affrontata proprio martedì sera in una riunione, durata più di tre ore, convocata dall’assessore alla pubblica istruzione Giovanni Alberti. «Premetto che si è trattato della prima riunione in assoluto dell’anno - dichiara l’assessore - : forse si poteva attendere un attimo prima di raccogliere le firme, anche perché eravamo a conoscenza di tutte le segnalazioni poi discusse. Se non siamo intervenuti prima, è perché non ci sembrava corretto agire senza prima aver avuto un confronto con il gruppo di lavoro che sporadicamente e a campione va a monitorare direttamente quello che succede in mensa».

f.angelini

© riproduzione riservata