Mercoledì 08 Settembre 2010

Mariano, torna la scuola
Stangata per le famiglie

MARIANO Un nuovo anno scolastico all'insegna degli aumenti. In tutti i sensi, ovvero in termini di crescita della popolazione scolastica, dei servizi, ma anche delle tariffe a carico delle famiglie in materia di scuolabus, mensa e rette di frequenza dell'asilo nido (mediamente del 20%). In compenso, forse per la prima volta in città, sono state eliminate le liste d'attesa per tutti i servizi: nessuno, infatti, rimarrà a piedi con lo scuolabus, così come sono state evase tutte le domande di chi ha chiesto di pranzare nell'istituto e quelle per un posto all'asilo dove, grazie all'arrivo di una sezione in più alla Garibaldi, non solo sono state assorbite tutte le richieste del territorio, ma da gennaio si potranno inserire anche i piccoli nati nel 2008.
Il bilancio lo traccia l'assessore alla pubblica istruzione, Giovanni Alberti: «Nel complesso, tra materne, elementari e medie - spiega -, a Mariano la popolazione scolastica è cresciuta, rispetto all'anno scorso, di 78 alunni raggiungendo oggi un totale di 2.167 iscritti. In particolare abbiamo un incremento di 14 unità nelle scuole dell'infanzia per un totale di 645 adesioni così come sono 21 in più gli alunni alle elementari e ben 43 quelli delle medie».
Nel dettaglio, per quanto riguarda le primarie, si è avuto un calo di 9 elementi alla IV Novembre, ma si è registrato un aumento di 15 studenti sia nel plesso di Sant'Ambrogio, sia in quello di Perticato. Il dato più importante, però, è quello che riguarda le secondarie: «Finalmente siamo riusciti ad arrestare l'emorragia dei ragazzi marianesi in fuga verso le scuole medie dei paesi limitrofi - conferma l'assessore -: due anni fa, la percentuale delle iscrizioni alla scuola cittadina di via dei Vivai era pari al 55%, mentre oggi siamo arrivati al 75% e questo per merito, soprattutto, dell'avvio quattro anni fa delle nuove sezioni nella frazione di Perticato. Ma non solo: hanno premiato anche le proposte didattiche visto che alle medie di via dei Vivai abbiamo ottenuto un incremento di 38 studenti che equivale a una classe prima in più, mentre a Perticato siamo cresciuti con 5 iscrizioni. Penso sia merito del lavoro svolto in sinergia tra l'amministrazione comunale, che continua a investire sulle scuole cittadine come dimostrano anche i lavori di riqualificazione radicale che entro l'anno verranno avviati alla Dante Alighieri, abbinate alle varie proposte formative. Solo per citarne una, in via dei Vivai da quest'anno si studierà anche lo spagnolo e questo, unito al fatto che da poco più di un anno gli studenti possono godere anche dell'attiguo grande parco, sicuramente nelle scelte delle famiglie può fare la differenza».
Un principio, quello degli investimenti, che - secondo l'assessore Alberti -, sarebbe stato riconosciuto e premiato dall'Ufficio provinciale scolastico: «In un periodo di drastici tagli nel mondo della scuola - afferma -, per il secondo anno consecutivo ci è stata concessa una sezione in più in una materna. Credo non sia un caso: ritengo che a Como abbiano apprezzato le scelte di investimento fatte in passato da Mariano che hanno permesso oggi di avere  buone strutture con personale preparato in grado di offrire e di dare risposte alle esigenze della popolazione scolastica dell'intero bacino del marianese».

l.barocco

© riproduzione riservata